Internazionalizzazione in Tunisia

By in
138
Internazionalizzazione in Tunisia

Una strategia di internazionalizzazione in Tunisia può rappresentare una vera opportunità per le aziende italiane: a giustificare una delocalizzazione in Tunisia basterebbe considerare la tassazione prevista per le aziende esportatrici ed il costo della manodopera praticamente irrisori. A questo si aggiungono la posizione geografica strategica – la vicinanza all’Italia rende agevole trasferire parti dell’attività, se non addirittura l’intera azienda – il basso costo delle utenze, il notevole abbattimento dei costi produttivi totali e le Zone di sviluppo regionale che permettono alle imprese di godere di facilitazioni e finanziamenti a fondo perduto.

Secondo quanto emerge dalla scheda Paese di SACE, l’Italia risulta tra i principali investitori stranieri in Tunisia, insieme a Francia, Germania e Gran Bretagna. Nel Paese sono presenti circa 750 imprese italiane, attive soprattutto nel settore tessile e dell’abbigliamento, alcuni gruppi industriali italiani sono presenti nel settore energetico, del trasporto, della metallurgia e delle costruzioni, ma i settori che sembrano più promettenti dal punto di vista delle opportunità di sviluppo sono quelli delle nuove tecnologie e delle telecomunicazioni.

54321
(0 votes. Average 0 of 5)
One Comment
Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *